Autore

Articoli correlati

2 Comments

  1. 1

    Alessandro Carli

    per me quest’anno il roster è più completo e non pare abbia tanti punti deboli… certo Keenum non è un QB top, ma fa girare la squadra e gestisce bene il gioco … se i giovani ricevitori sapranno dare alternative a DT e Sanders, come sembra dal training camp, e se la OL saprà dare copertura al QB e ad aprire meglio il gioco di corse, l’attacco potrebbe trovare una nuova stabilità, tenere di più la palla permettendo alla difesa di rifiatare un po’ di più … questo favorirebbe anche la stabilità difensiva dove pare che l’innesto di Chubb potrebbe portare ad avere un duo di DE dominante e un pericolo per tutte le difese, se poi gli interni continueranno ad avere il rendimento dello scorso anno, la linea potrebbe essere impenetrabile… le secondarie hanno perso Talib, nel bene e nel male, e sicuramente si presentano con meno esperienza, ma forse elimineranno le penalità incomprensibili e speriamo nell’esplosione finale di Roby … ultima cosa lo special team: trovare un ritornatore all’interno del roster sarà l’obiettivo primario e, ad oggi, questo dilemma non pare risolto …

    Reply
    1. 1.1

      Emanuele P. Sortino

      La OL secondo me è ancora così così, Veldheer come RT non mi piace per niente. L’anno scorso ho perso il conto si quanti sack ha fatto subire ad Arizona contro Dallas.
      E qui entra in gioco Keenum. Keenum non è un top QB ma non regala palla. L’anno scorso ha fatto 22 TD e solo 7 intercetti. Ma è stato anche quello che ha completato il maggior numeeo di passaggi sotto pressione. È nella situzione poi che anche se non ripete la sua stagione top, può venire qui, fare un lavoro peggiore e fare comunque la figura del salvatore.

      In difesa il pacchetto dei ILB non è che mi fa urlare al miracolo, ma poi il resto ci siamo. Si spera nella OL per fare rifiatare la difesa e avere una posizione di campo migliore

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Huddle Magazine è pubblicato con una licenza